Tenere la glicemia bassa – una giornata buona

Tenere la glicemia bassa – una giornata buona

Ciao amici del My Lab!

Approfitto del bel sole della Florida, per fare dei bei video mentre andiamo in giro in macchina, ci muoviamo e appunto viaggiamo… Visto che fanno tutto in macchina gli americani. Non è una leggenda quella che mangiano spessissimo in macchina!

Noi invece cosa facciamo? Giriamo i video del My Lab! Eh, interessante, vero?! Bene allora andiamo a vedere cosa ho combinato, dal punto di vista della glicemia, in questi giorni.

Vedete un bel grafico completo della glicemia che ho avuto nell’arco di una giornata… Guardate che bella curvetta piatta, piatta, piatta! E’ andata sopra 100 solo una volta, con un paio di eccezioni, adesso ne parliamo, ok? Quindi, tutto sommato dai, non lamentiamoci troppo! Anche qui in America, è possibile mangiare correttamente, non ammazzarsi di cibi sbagliati che ti mandano su la glicemia, ok?

Alle 8 del mattino la glicemia era intorno a 77-88… Quindi comunque bassa: siamo intorno a quello che dovrebbe essere la glicemia di una persona sana quando si sveglia. Mi sono svegliato e non ho fatto colazione! Come vi dicevo, in questo periodo, visto che mi trovo a mangiare abbastanza grosse quantità la sera, cerco di applicare il digiuno intermittente.

Digiuno intermittente nel senso che sto 16 ore senza mangiare, inclusa la notte in cui dormi, quindi non è una grande sofferenza, almeno non la parte notturna. E poi concentro quello che mangio in 7-8 ore, d’accordo? Mi sono svegliato, non ho mangiato niente, quindi non ho molto da mostrarvi, poi sono andato a pranzo. Alle 12:13 la mia glicemia cominciava ad alzarsi…non so se avete notato sta roba qua, è interessante perché, quando cominci ad aver fame, quando ti muovi, si cominciano a muovere gli ormoni e comincia ad alzarsi la glicemia, perché il corpo dice: “sono a digiuno, ma metto in moto dei meccanismi che servono a produrre nuovo glicogeno da dentro” e te lo ributta in circolo un po’ di glucosio, appunto.

Quindi, cosa ho mangiato? Beh, ho mangiato in maniera non direi sana, ma più che sana. Ho mangiato insalata abbondante, come piace a me, del pollo, delle coscette di pollo, e del riso, in quantità abbastanza contenuta, saranno stati 150 g di riso, riso cotto eh! Quindi, vedete, questa qua è la proporzione di quello che ho mangiato. Mi ricordo di aver fatto anche un bis, quindi non era poco quello che ho mangiato, era tantino.

Quello viene chiamato humus, praticamente una pasta di ceci con molto aglio, moltissimo aglio, te ne accorgi un’ora dopo, quando stai digerendo! Ed è squisito, sinceramente, un buon cibo! C’era anche un bel primo fatto di pasta di quinoa, eh! Anche qua gli americani, come ha scritto qualcuno, a volte hanno l’attenzione al cibo quasi quasi meglio degli italiani! E comunque la glicemia anche un’ora, un’ora e mezza dopo non è andata molto sopra 100, è stata appena appena accennata, va bene?

Quindi poi la glicemia è andata calando, vedete, tutto molto regolare…ma vedete qua, questa robina qua? Vedete questo schizzetto che ha fatto in alto, la glicemia? Non è granché! Non è granché questo aumento di glicemia, ma c’è da chiedersi: come mai c’è stato un aumento di glicemia? Cosa ho mangiato lì?

Alle 16:15, ebbene sì! Mi sono fatto uno di quei caffè che vanno di moda qui, da Starbucks…ma non è tanto il caffè che fa andare su la glicemia, sia chiaro, è piuttosto lo zucchero che ci mettono dentro. Questo qui si chiama “caramel macchiato”, e mi pare di aver tirato giù anche la ricetta, vedete, ho preso quello piccolo, perché c’erano anche quello medio e quello gigantesco… e solo quello piccolo aveva 25 grammi di zucchero!

Pur essendo una giornata abbastanza attiva quella che ho fatto, mi sono mosso, sono stato parecchio in piedi, ho camminato parecchio… facciamo ginnastica la mattina quando ci svegliamo, molto spesso, quindi non è che sia stata proprio inattiva come giornata, ma guarda qua: ha creato uno sbalzo di 20-25 punti di glicemia! Quindi capite che bastano pochi zuccheri per sballare la glicemia.

Poi, ci siamo fatti un bel giro in un negozio biologico che c’era qui…si chiama Nature’s Food Patch. Guarda caso, in un posto dove il cibo è un grosso problema, l’America, cominciano a nascere queste cose qui, questi negozi specializzati nel dare cibo buono e guardate qua, abbiamo trovato veramente il paradiso dei salutisti! Queste sono noci di cocco già spellate, basta che le fori e le succhi…

Il kefir! Vendono il kefir cresciuto correttamente, ti vendono anche i germi di kombucha, di kefir o di yogurt per fartelo a casa… Eh, vabbè, ci siamo “concessi” una scatoletta di mirtilli in due, giusto per rompere l’appetito, non certo molta roba da mangiare, non molte calorie. E ci siamo anche fatti del buon kombucha, confezionato lì, dà loro.

Poi, a una certa ora, cavolo! Ci siamo… abbiamo ceduto alla tentazione, avevamo molti impegni e abbiamo preso un paio di questi tramezzini giganti, ciascuno. Non sono giganti, però sono abbastanza pieni. Erano più che altro pieni di carne e pomodoro, più che di pane, quindi non è che ci hanno rovinato molto la glicemia, però, vedete, abbiamo saltato la cena, purtroppo, per questioni di impegni e mangiando solo due di quei tramezzini lì, guardate lo sbalzo! Hanno fatto quasi più sbalzo che tutto il pranzo che ho fatto a mezzogiorno! Interessante, vero?!

Basta una piccola quantità di pane e di queste cose qui per tirare su la glicemia di brutto! Ecco, è un messaggio che volevo darvi. Beh dai, spero che vi sia piaciuto, condividete anche questo: come vedete, non è tanto difficile, se hai delle abitudini sane, tenere la glicemia contenuta. Condividi queste informazioni con amici e parenti, abbiamo tante, tante altre cose da dirti e da fare insieme a te, ok?

Ciao e a presto!

Lascia un commento

Chiudi il menu