STRESS: cronaca di un incidente

STRESS: cronaca di un incidente

Ciao amici del MY Lab,

Che effetti ha lo stress su di noi, sul nostro corpo, sul nostro comportamento e sulla nostra vita quotidiana? Oggi parliamo di questo e come al solito ti chiedo di condividere il seguente video con i tuoi amici.

Sapete che sono solito a progettare degli esperimenti su me stesso per provare quello che dico, di solito vado a studiare dei libri, in questo caso il libro migliore è The stress of life. La nostra bibbia per quanto riguarda lo stress. Quello stress che riguarda anche l’aspetto metabolico, aspetto non solo mentale o la preoccupazione e che fa da fondamento a tutto il programma Yango https://www.yangoprogram.com

Questa volta la vita mi ha dato una meravigliosa occasione di parlare dello stress, anche se non ne avevo voglia. Perché mi è capitato qualcosa di inaspettato, sai lo stress può essere dovuto al fatto che mangi troppo poco, oppure mangi troppo le cose sbagliate. Lo stress può essere dovuto al fatto che hai delle preoccupazioni, che hai delle carenze nutrizionali, questo è uno stress metabolico da non sottovalutare affatto.

Però uno stress inaspettato e anche quello che deriva da un trauma. Un trauma, un incidente è proprio quello che mi è capitato in questi giorni. Un signore distratto mi ha tagliato la strada e questo è stato l’effetto sulla mia fedele macchina. Polverizzata. Grosso colpo sul collo. C’erano anche i miei bambini dentro la macchina, non vi dico la preoccupazione. Non è che voglio attirare l’attenzione su di me, ma la sfortuna ha voluto che mi capitasse questa cosa e ho sperimentato in maniera precisa e matematica lo stress su me stesso.

Sai che ci sono vari indicatori che ci dicono se siamo sotto stress o meno? Non sempre ti capita un trauma per fortuna, a volte lo stress è più subdolo, lavora negli anni e alcuni degli indicatori di uno stato stressato sono questi qua che ti elenco. Sono solo alcuni tra gli indicatori di stress.

  • Il battito a riposo di cui parliamo oggi.
  • La hrv cioè la variabilità della frequenza cardiaca, ne parleremo bene in un altro articolo perché ho intenzione di fare degli esperimenti, stavolta voluti, su di me. Quando il corpo è rilassato e la mente rilassata, non sei particolarmente sotto stress, il battito cardiaco mettiamo che sia 60 battiti al minuto, non batte sempre esattamente ad ogni secondo, viene un pò prima e un pò dopo. Questo è un indicatore del fatto che pur essendo sempre 60 battiti al minuto, la tua frequenza cardiaca è abbastanza variabile. Quando invece sei molto stressato il battito cardiaco è veloce e metti che sia sempre 60 ma avviene esattamente allo spaccare di ogni secondo, non c’è molta variabilità. In stato di stress il battito cardiaco e molto regolare questa è una cosa interessante.
  • C’è anche un cambiamento nella temperatura corporea magari di un grado, mezzo grado, una frazione di grado. Misurare la temperatura però non è sempre facile perché a seconda di dove la misuri, se la misuri su certe aree della pelle possono essere molto influenzate della temperatura dell’ambiente. Da quanto sole c’è, dal fatto che tu sia accaldato o meno perché hai fatto esercizio fisico e così via, quindi è difficile da trovare. Comunque esiste una relazione tra temperatura è stato di stress.
  • Esistono poi gli indicatori metabolici, quelli che possono essere misurati nelle analisi di sangue e urine, spesso sono anche abbastanza trascurati.

Questi sono gli indicatori di stress. Oggi guardiamo il battito a riposo. Io ho la fortuna di portare sempre con me il braccialetto che ha un ottimo metodo per misurare il vero battito a riposo. Sai in teoria potresti svegliarti ogni mattina a contare le pulsazioni ma non è un metodo molto attendibile. Non ti consiglio di farlo, ci vogliono di questi braccialetti e non tutti sono buoni, alcuni sono ottimi, alcuni sono pessimi. Non voglio mettermi a fare pubblicità però la verità è questa. Guarda cos’è successo dal momento dell’incidente.

Guarda che innalzamento ha avuto il mio battito a riposo pur non facendo nemmeno dieci minuti di sport al giorno, perché quando sei così ammaccato, una delle sensazioni che ti arrivano è di una grande stanchezza, devi recuperare. Io abituato a fare un sacco di cose e allegro, estroverso, sono diventato immediatamente un orso triste e fa parte delle reazioni fisiologiche. Il corpo ha bisogno di ripararsi e non ha tanta energia che gli avanza per molte altre cose. E’ aumentato di quasi 10 battiti al minuto. E’ veramente una cifra enorme che non mi aspettavo. E’ stata una sorpresa per me. Non è che vado orgoglioso di questo però, ho approfittato per mostrare come in effetti ci sono degli indicatori precisi che vanno aumentando.

Lo stress può essere misurato. In questo caso non avevo bisogno di misurarlo. Figurati la preoccupazione per me, per i bambini, la necessità di riparare alle botte dappertutto etc… Però in questo caso, abbiamo visto gli indicatori, in altri casi potresti vedere per motivi metabolici, tipo che hai una carenza nutrizionale, avvenire un cambiamento nel tuo corpo e non renderti conto del perché. Questo è ciò che facciamo nel programma Yango ed è per quello che ti segue per dei mesi, perché vedere cosa succede in una settimana non vuol dire niente ma in più settimane ti rendi conto di una tendenza. Ed ecco che si va ad aggiustare uno stress accumulato magari vecchio di anni, le cose che puoi aspettarti quando c’è un evento stressante, oppure un aumento dello stress, un calo dello stress è che avviene una riparazione.

Vedremo come questo è legato al fatto di avere un ambiente acido dentro, le cellule. Sai che bisogna avere l’ambiente basico perché mangiamo troppo acido. Tutto vero. Ma nel momento della riparazione invece, è necessario avere un ambiente acido perché la sintesi delle proteine porta con sé l’acidificazione delle cellule. Quindi c’è ancora maggiore necessità di smaltire questa acidità, porta a ritenzione idrica e potrebbe essere che aumenti un pò di peso perché stai risolvendo uno stress o magari potresti trovare la spiegazione del perché in momenti particolarmente stressanti ti vengono delle emorroidi. Scusa se parlo di questo, spero che non sia ora di pranzo per te.

Però in effetti è una forma di ritenzione idrica anche il fatto di avere le occhiaie che mi trovo adesso. Terribili. E’ un fatto di ritenzione idrica localizzato d’accordo? Stanchezza oppure insonnia. Sai il corpo potrebbe essere che ha bisogno di ripararsi e va giù in esaurimento oppure fa fatica a spegnersi e va in una forma di stress che fatica a risolversi. Ci sono varie sensazioni che puoi provare anche oppressione al petto un classico per esempio, qualche tachicardia, parleremo approfonditamente di tutte queste cose qua.

Considera che le ricerche sullo stress hanno richiesto 60 anni di tempo e vengono proprio dal signore che ha scritto il libro di prima che ha dedicato la vita a studiare questo fenomeno che è poco considerato. Noi non conosciamo bene lo stress e io sono uno che non ha niente contro lo stress.

Cioè se vuoi un augurio da parte mia, ti auguro di avere una vita molto interessante. Come dicevano i cinesi una vita interessante necessariamente è piena di stress. L’idea non è di evitarlo e di diventare delle amebe riposate, ma di diventare delle persone capaci di gestire lo stress, perché soprattutto dopo una certa età, devi gestirlo. E’ come un debito. Tu puoi indebitarti un pochino ma poi lo devi ripagare in qualche maniera, la soluzione devi trovarla a lungo termine.

Spero di averti interessato con questo argomento, vedrai che ci saranno moltissimi altri articoli che parleranno di stress. Ciao e ti auguro una giornata!

Loris Zoppelletto https://www.youtube.com/watch?v=PaAvz5s2dAU

Questo articolo ha 0 commenti.

Lascia un commento

Chiudi il menu